MENU

Città di Aprilia

Residenza

L’ufficio che si occupa delle residenze è l’anagrafe.

Ai sensi del codice civile la residenza è il luogo di abituale dimora, cioè il luogo ove abitualmente si esplica la vita familiare e sociale: il concetto di residenza resta così distinto da quello di domicilio, che indica  il luogo ove si svolgono gli affari e gli interessi del soggetto e dunque solitamente il luogo di lavoro.

La residenza è comunque una situazione di fatto, alla quale deve tendenzialmente corrispondere una situazione di diritto contenuta nelle risultanze anagrafiche.

L’ufficiale d’anagrafe provvede alla regolare tenuta dell’anagrafe della popolazione residente ed è responsabile dell’esecuzione degli adempimenti prescritti per la formazione e la tenuta degli atti anagrafici. Egli ordina gli accertamenti necessari  ad appurare la verità dei fatti denunciati dagli interessati, relativi alle loro posizioni anagrafiche,   e dispone indagini per accertare le contravvenzioni alle disposizioni della presente legge e del regolamento per la sua esecuzione.

L’iscrizione anagrafica è subordinata alla verifica, da parte del Comune, delle condizioni igienico-sanitarie dell’immobile in cui il richiedente intende fissare la propria residenza, ai sensi delle vigenti norme sanitarie.

Dopo la presentazione della domanda di residenza, passerà la polizia locale a casa per avere conferma della presenza.